Pensieri a Dio

Testi di Mariella Matera. Tutti i diritti sono riservati.

Non evito la croce. L’abbraccio. L’amo. E capisco, che non è sofferenza la croce. La croce è amore! Porto Te alla gente, per portare la gente a Te (Riflessioni, Mariapoli 2010)


Dipingo il mondo con gli occhi di un bambino: che gioia nel vedere tante sfumature su unico foglio. E questo meraviglioso quadro, è il Tuo amore!


Sono schiavo del Tuo amore: la Tua pace le mie catene. I tuoi comandi il mio ristoro: amatevi gli uni altri. Queste catene, la mia libertà!


Io non ho paura: non perchè t’amo, ma perchè mi ami!


Basta parlare di Gesù! Ora, è l’ora nostra…dobbiamo essere Gesù!


…e nell’aridità…t’amo!


Se dimentichi Dio, dimentichi te stesso.


Se ti allontani da Dio, ti allontani da te stesso.
Ma se ami Dio, ami te stesso e ami la tua vita, perchè Dio è in te: è l’amore.
Quando ami Dio, con tutta te stessa, la vita si tinge di Divino!


 

Non parlerò mai di un Gesù che comanda, che impone leggi e punisce chi sbaglia. Parlerò sempre di Gesù che ama, perdona e…dona gioia!


…stendete mantelli di fede…e preparante corone di speranza, il Re dell’amore…è vicino!


Molti cuori hanno già pronta una culla di paglia e una coperta d’amore.


…stendete mantelli di fede…e preparante corone di speranza, il Re dell’amore…è vicino!


Farò dell’arte il mio cammino di santità e di ogni creazione la mia preghiera!


L’anima mia magnifica l’Amore, e il mio Spirito esulta in Gesù, il Salvatore!


Solo all’ombra delle Tue ali trovo la ragione per nascere, vivere e morire!


Maria è il fornaio dell’amore: l’unico capace di fare della farina, dell’acqua e del lievito “L’Unico Pane”.


L’uomo cerca continuamente il suo Dio, senza comprendere che, in realtà, è Dio che cerca “il suo” uomo.


Mi volle lievito poichè Egli era il pane, mi volle sale poichè Egli era l’infinito mare, mi volle luce poichè Egli era foco ardente, mi volle figlio poichè era padre, il sublime amante!


Vada al diavolo la ragione… ma a Dio vada il cuore!


E’ meraviglioso sentire persone darti centinaia di ragioni per non credere, e tu averne solo una per credere: L’amore di Dio!


L’intimità che Dio crea con e in noi, non ha eguali, se non quello dell’amore universale


Dio si accorse che gli uomini non lo trovavano nel cuore e si fece carne per farsi trovare con la ragione…


Il perdono non ha cicatrici!


Dio ha creato la musica come testimonianza della meraviglia dell’armonia, rendendo concreto l’ideale dell’unitá!


Come pretende di sentire il Natale chi non aspetta niente e nessuno? Fremo d’ansia al pensiero che in questo mondo spento, apatico, afono Dio non si stanca di farsi luce d’amore per riempirmi di melodia.


La mia atmosfera é il magnificat, Giuseppe il mio albero, Maria la mia cometa!

…vegliamo, l’Amore sta per nascere…ancora!
(23 dicembre 2012)


Me buscava entre los hombres y me encontré cerca de Dios.


L’#ágape é l’unica lingua per parlare con #Dio: la si apprende alla scuola dell’#Eucarestia!


Oh quanto vorrei che, davanti a quelle mani che consacrano,
la gente vedesse il corpo e il sangue di Cristo!


Se Gesù di Nazareth fosse nato in quest’epoca, probabilmente Lampedusa sarebbe la Betlemme del 2000. Avrebbe scelto di stare tra gli immigrati e a noi, farisei, avrebbe rimproverato la falsa morale. Noi, che predichiamo uguaglianza e amore, noi che ci etichettiamo “Figli di Dio” ma ci gonfiamo il petto di presunzione…a noi, in quest’epoca, avrebbe gridato “fuori dalla mia Chiesa Santa.”


 

Eppure io ho letto un Vangelo dove Gesù saliva su monti per parlare alle platee, di un Gesù che mette un comando d’amore davanti al giudizio, che si fa crocifiggere per il Suo ideale di fraternità universale. Un Vangelo che mi ha urlato: metti i tuoi doni a servizio del mondo e “va con gioia ad annunciare al mondo”… forse chi giudica ‪#‎suorcristina‬, ha letto un Vangelo diverso dal mio?


Se sono una parola che “compare e scompare nell’universo”, di cui discorso non comprendo “poiché sono solo parte e non tutto”…
Fammi essere, o Dio, una sola parola.
Pesante come un macigno.
“‘Na cantunata i Chiesia”.
(Mary, Riflessioni su S.Agostino)


 Alla fine pagheremo il conto per aver venduto i Santi per conto nostro.


Perché poi alla fine l’Eucarestia é un po’ come photoshop:
– Ritocca l’anima snellendo l”io”
– Ti clona ad immagine di Cristo
– Da un foglio bianco ti fa diventare un progetto unico
– Fonde il livello della tua vita in un continuo moltiplica
– Ti salva
– (fa anche veri miracoli)
E lo Spirito Santo aggiunge gli effetti!

Poi ti esporta in un file d’amore autentico visibile su tutti i dispositivi!


Tanto più complicato è il mistero di Dio tanto più semplici sono le parole per spiegarlo.


Tre giorni.
Si innalza un tempio distrutto nel deserto.
L’angoscia del silenzio diventa la colonna dell’ansia dell’attesa.
Tre giorni dicesti.
Io attendo.

Ti ho sentito.
Mariella, Mariella.
Solo la tua voce fa vibrare così intensamente le corde dell’anima.
Sei tu.
Sei vivo!
Sei un fuoco che arde in un canto che s’innalza dal cuore: pace e gioia fratelli, Il Re dell’amore é Risorto!


Dal grido di una madre nasce un uomo, dal grido dell’Uomo l’umanitá.


 

 
 

3 thoughts on “Pensieri a Dio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...