C’ero pure io

C’ero pure io
Ad accoglierti con palme di gioia
Sono stata io
Con ulivi a cantar osanna e gloria
A riconoscere la tua regalitá

Sono stata io
A dividere con te un tozzo di pane
A prometterti che
Sarei stata io ad alleviarti le pene
A promettere amore che non finirá

Ma c’ero anch’io
Tra chi gridó Barabba
A darti colpi e
Sfogare del demonio la rabbia
A vendere a peso d’oro la fedeltá

Sono stata io
Un chiodo nelle tue piaghe
C’ero anch’io
A giudicarti tra elmi e spade
A dubitare della tua divinitá

Ma io c’ero anche
Nell’affanno della gente
Nel pianto di Tua madre
Nel silenzio assordante
A chiedere col cuore marcio pietá

Annunci

2 risposte a "C’ero pure io"

Add yours

  1. Questa compenetrazione tra l’ amore di Cristo per gli uomini e il disprezzo degli uomini per lui, tu riesci a spiegarla molto efficacemente. Buonanotte e speriamo di conoscerci meglio in seguito, Giusy

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: