Poesie di Vita, Poesie in Dialetto Calabrese

Inchino

 

Ho visto passare un legno
Coronato d’ori
La gente si batteva il petto
E versava lacrime di aceto
Su drappi sconsacrati

“Ja mmia amu passa lu santu, 
Sugn’omu di rispettu e d’onuri
Nommu cangia via stu marmu
Faciti mu s’ inchina u Signuri”

I canti di vedove mute
Avevano capi chinati dal sole
Purché fatta sia la sua volontà
Su sangue sparso
in petali di rose

Un’opera d’arte di nobili artigiani
sfila da modello per il viale
Mentre gli ori
si sciolgono all’ombra
E i legni seccano alla luna

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...